Come Installare WordPress

Guida step-by-step per installare WordPress in modo semplice e veloce tramite il tuo hosting.

Come Installare WordPress
Condividi
01

Acquistare un Hosting Linux

Acquistare un Hosting Linux

Se vuoi installare WordPress hai bisogno di un hosting linux. Troverai online diverse aziende che vendono hosting linux ottimizzati per WordPress.

Il mio consiglio è quello di iniziare con un hosting WordPress economico come quello di Keliweb.

Acquistando il piano hosting WordPress offerto da Keliweb l’utente potrà procedere all’installazione in pochi semplici click direttamente dal proprio pannello di controllo cPanel.

02

Creare database e utente

Creare database e utente

Per installare WordPress è necessario creare un database. L’utente quindi dovrà procedere alla creazione di un database MySQL direttamente dal proprio pannello di controllo cPanel, cliccando sulla voce “Database MySQL”, nella sezione“Database”.

Dovrà indicare il nome da assegnare al database, un nome utente e una password (nome utente e password devono essere diversi da quelli utilizzati per accedere all’area amministrativa del sito WordPress).

Al termine dell’operazione, l’utente visualizzerà una pagina riepilogativa con il nome del database, il nome dell’amministratore, la password amministratore e l’indirizzo dell’host (solitamente localhost o come indicato dal provider di hosting).

03

Scaricare WordPress

Scaricare WordPress

Qualora invece preferisse procedere con l’installazione manuale come primo step è quello dovrà scaricare una copia del CMS in formato zip, da WordPress.org o nella sua localizzazione italiana. Terminato il download, l’utente dovrà scompattare la cartella sul proprio PC, creando così in automatico una nuova cartella dal nome wordpress_it_IT_3_5_1, che conterrà tutti i file di cui avrà bisogno.

La cartella completa di WordPress, dovrà contenere le cartelle wp-includes, wp-admin, wp-content, e vari file con estensione PHP, HTML, .TXT (come riportato nell’immagine sottostante)

04

Caricare e Installare WordPress

Caricare e Installare WordPress

La seconda fase è quella del Upload FTP, tramite cui l’utente caricherà materialmente i file di WordPress sul proprio hosting, in modo che siano fruibili dall’esterno. Per farlo dovrà utilizzare un apposito client FTP (come ad esempio, FileZilla ), il quale permetterà di gestire i file sull’hosting come su un normale filesystem locale.

L’utente dovrà selezionare la cartella in cui caricare i file per far si che il sito funzioni correttamente. La cartella in questione dovrà essere la root oppure una sua sottocartella apposita per il sito. Ricordiamo che per root del sito si intende, la cartella www oppure la cartella public_html o anche httpdocs: tutte e tre puntano alla medesima locazione e si possono considerare “sinonimi” (alias).

A seconda che l’utente possegga un unico sito oppure più siti sul proprio hosting, il procedimento per l’individuazione della root sarà differente.

Tornando alla schermata di installazione di WordPress, sarà necessario cliccare su “Iniziamo” e inserire i dati appena generati (nome database, nome utente, password, indirizzo dell’host) e il prefisso del database (sarà possibile lasciare wp_ oppure inserire un prefisso a piacere).

Alla fine delle operazioni sarà necessario cliccare su “Invia” e in seguito “Installa WordPress” per cominciare.

05

Installare Plugin

Installare Plugin

Oltre alla semplicità d’uso, WordPress è apprezzato anche per l’esistenza di tantissimi plugin aggiuntivi, grazie ai quali è possibile personalizzare un sito web e portare a termine numerose operazioni come:

  • Ottimizzare le pagine per la Search Engine Optimization (Yoast SEO);
  • Monitorare automaticamente i link in uscita per verificarne l’integrità (Broken Link Checker);
  • Aggiungere tipi di contenuto personalizzati differenti da post e pagine, con campi personalizzati (ACF oppure Toolset);
  • Gestire facilmente banner pubblicitari (Ad Injection);
  • Generare automaticamente la mappa del sito (Yoast SEO);
  • Gestire facilmente gallerie fotografiche (Next Gen);
  • Gestire il portale in sicurezza, evitando attacchi esterni (Wordfence, WP Security Scan);

E’ possibile visualizzare i numerosi plugin disponibili per WordPress visitando il sito ufficiale del CMS.

06

Attivare Pagina Manutenzione

Attivare Pagina Manutenzione

Al fine di avere un sito web costantemente funzionante, WordPress offre la possibilità di mettere il sito in manutenzione.

Tale funzionalità prende il nome di “Maintenance Mode” e per beneficiarne è necessario installare un plugin dedicato.

Dopo l’installazione, bisognerà accedere alla sezione plugin di WordPress, dove sarà possibile “Attivare” o “Disattivare” la funzionalità.

Una volta fatta questa operazione, bisognerà cliccare su “Update Options” per procedere con l’operazione.

L’utente potrà personalizzare la pagina coming soon indicando, ad esempio, un titolo, la durata della modalità offline e i testi visibili sulla pagina di manutenzione.