Come migliorare il tempo di caricamento su WordPress

Vuoi migliorare il tempo di caricamento del sito WordPress? Un buon sito carica in meno di 2 secondi. Il tempo è denaro.

Nessuno ha tempo di attendere il caricamento del sito web. Se il tuo sito web impiega più di qualche secondo, il visitatore premerà il pulsante Indietro e cliccherà il secondo risultato.

Sai quale effetto avrà sul tuo sito Web?

Ridurrà il posizionamento del tuo sito nei motori di ricerca e renderà il tuo sito meno accessibile ai visitatori, con conseguente riduzione del volume e profitto minimo.

Non vorresti che ciò accadesse, vero?

Ecco perché è essenziale mantenere il tuo sito Web funzionante al massimo delle prestazioni.

Un sito web più veloce significa più ranking, visitatori più alti e un profitto migliore.

Consigli per migliorare la velocità del sito WordPress

Ho aggiunto tutto ciò che c’è da sapere sul miglioramento delle prestazioni della pagina del sito Web.

Basta leggere questo articolo e sarai in grado di ottimizzare le prestazioni del sito di conseguenza.

Una volta terminato, assicurati di testare il sito Web tramite uno degli strumenti di test delle prestazioni del sito che ho citato in questo articolo.

Tuttavia, per prima cosa. Se il tuo sito web è lento, è tempo di passare ad un fornitore di hosting migliore.

Usi l’hosting condiviso? Sei destinato alla lentezza. Quindi, cambia l’hosting del tuo sito Web in un server dedicato, VPS o cloud per godere delle massime prestazioni.

La migliore soluzione è il cloud. Perché? Il cloud è “economico”. Più veloce. Affidabile.

E offre un modo migliore per gestire le tue esigenze di hosting. Puoi ottenere soluzioni di cloud hosting da Digital Ocean, Vultr, Linode e molti altri.

Usa plugin per la cache

Puoi anche aggiungere Redis Cache per migliorare le prestazioni del tuo sito Web sul tuo server cloud.

Vultr ha fornito una documentazione completa sull’aggiunta della cache Redis a un server cloud.

Attiva la CDN

Il modo migliore per migliorare le prestazioni del sito Web è con una rete di distribuzione di contenuti (CDN). Puoi ottenere un servizio CDN gratuitamente da Cloudflare. Tuttavia, se hai bisogno di un servizio CDN a pagamento, quello più economico disponibile sul mercato è Cloudflare, Fastly e KeyCDN.

Riduci le richieste HTTP al tuo server

Le richieste HTTP possono caricare molto sul tuo server. Queste richieste HTTP si verificano quando un browser Web invia richieste al server per informazioni su una pagina. Il server accetterà la richiesta e restituirà i file necessari contenuti in quella pagina al browser dell’utente. Minore è la richiesta del browser, più veloce viene caricato il sito.

Puoi utilizzare lo strumento di test del sito Web Pingdom o GTMetrix per scoprire quante richieste HTTP sta ricevendo il tuo server.

Di solito, i siti Web che hanno i seguenti ricevono più richieste dagli utenti.

  • Quando un sito Web ha più immagini con una dimensione di immagine pesante
  • Quando un sito Web non ha script CSS o JS minimizzati
  • Quando un sito Web ha il “blocco del rendering” abilitato

I punti menzionati di seguito aiuteranno a capire come risolvere i problemi relativi alle richieste HTTP su un server.

Ottimizza le immagini del sito Web

Uno dei modi migliori per aumentare la velocità del sito è diminuendo la dimensione dell’immagine. Su WordPress, puoi utilizzare plugin come WPSmush per aumentare la velocità della pagina. Inoltre, una dimensione ridotta dell’immagine garantisce una riduzione della dimensione della pagina.

Ottimizza le immagini del sito Web
Ottimizza le immagini del sito Web

Se carichi immagini sul tuo sito Web da un desktop, puoi anche utilizzare il software PhotoShop per ridurre manualmente le dimensioni della pagina. La maggior parte delle immagini PNG ha dimensioni ridotte rispetto a JPEG. Inoltre, è possibile ridurre la qualità dell’immagine per ridurne le dimensioni della pagina. Ma mentre lo fai, assicurati di non rendere l’immagine pixelata.

Abilita la compressione

GZip Compression su WordPress assicura che il tuo sito web si carichi velocemente. Riduce il Time to First Byte (TTFB) per il rendering delle pagine del sito Web. Per verificare se la compressione del tuo sito Web è abilitata, utilizza questo strumento di compressione del sito Gzip.

abilitare compressione wordpress
abilitare compressione wordpress

Puoi anche controllare la compressione Gzip dal tuo browser web. Utilizzare lo strumento Ispeziona elemento. Vai su Rete e cerca ‘codifica contenuto’ per vedere se è compresso con Gzip.

Ci sono due modi per farlo:

Qui di seguito il codice da copiare e incollare nel file .htaccess (chiedi aiuto se hai bisogno)

# Compress HTML, CSS, JavaScript, Text, XML and fonts
AddOutputFilterByType DEFLATE application/javascript
AddOutputFilterByType DEFLATE application/rss+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/vnd.ms-fontobject
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-font
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-font-opentype
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-font-otf
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-font-truetype
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-font-ttf
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-javascript
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xhtml+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xml
AddOutputFilterByType DEFLATE font/opentype
AddOutputFilterByType DEFLATE font/otf
AddOutputFilterByType DEFLATE font/ttf
AddOutputFilterByType DEFLATE image/svg+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE image/x-icon
AddOutputFilterByType DEFLATE text/css
AddOutputFilterByType DEFLATE text/html
AddOutputFilterByType DEFLATE text/javascript
AddOutputFilterByType DEFLATE text/plain
AddOutputFilterByType DEFLATE text/xml
# Remove browser bugs (only needed for old browsers)
BrowserMatch ^Mozilla/4 gzip-only-text/HTML
BrowserMatch ^Mozilla/4\.0[678] no-gzip
BrowserMatch \bMSIE !no-gzip !gzip-only-text/HTML
Header append Vary User-Agent

Hai configurato la compressione GZip sul tuo sito WordPress? Verifica da questo link se è attivo.

Minimizza CSS, JavaScript e HTML

Puoi salvare da 50kbs a 100kbs minimizzando CSS, JavaScript e HTML sul tuo sito web. Google consiglia di minimizzare CSS con CSSNano, JavaScript con UglifyJS e HTML con HTML Minifier.

Minimizza CSS
Minimizza CSS

La maggior parte dei plugin di WordPress minimizza automaticamente la codifica del tuo sito Web. Alcuni affidabili sono WP Rocket, WP Total Cache e Breeze. Puoi installarli sul tuo sito web dalla directory dei plugin di WordPress.

Ridurre i reindirizzamenti

Considera questo: devi andare in bagno. Quando arrivi in bagno, ti viene detto di andare in un altro bagno. Ecco cosa fanno i reindirizzamenti. Ti rallentano e ti irritano mentre lo fai. Il modo migliore per ridurre i reindirizzamenti è rimuoverli del tutto. Ma non puoi rimuovere tutti i reindirizzamenti perché alcuni sono necessari per il tuo sito web.

Quindi, per prima cosa, controlla il numero di reindirizzamenti del tuo sito Web con uno strumento di mappatura di reindirizzamento. Una volta che hai il numero di reindirizzamenti disponibili, usa un plug-in WordPress come ‘Reindirizzamento’ per reindirizzarli permanentemente alle pagine giuste.
Ora, se non sono necessari reindirizzamenti per la salute del tuo sito Web, rimuoverli.

Memorizzazione cache del browser

Sfruttare la cache del browser significa che dirai al browser del client per quanto tempo dovrebbero conservare le tue immagini, CSS e JavaScript.
Il modo più semplice per farlo è quello di aggiungere un piccolo frammento di codice al file .htaccess del tuo server.

Il codice seguente garantisce che il browser dell’utente conservi i dati del tuo sito Web per almeno un anno.

## EXPIRES CACHING ##

ExpiresActive On
ExpiresByType image/jpg “access 1 year”
ExpiresByType image/jpeg “access 1 year”
ExpiresByType image/gif “access 1 year”
ExpiresByType image/png “access 1 year”
ExpiresByType text/CSS “access 1 month”
ExpiresByType application/pdf “access 1 month”
ExpiresByType application/javascript “access 1 month”
ExpiresByType application/x-javascript “access 1 month”
ExpiresByType application/x-shockwave-flash “access 1 month”
ExpiresByType image/x-icon “access 1 year”
ExpiresDefault “access 2 days”

## EXPIRES CACHING ##

Migliora i tempi di risposta del server

Il tempo di risposta del server è qualcosa che non puoi aumentare da solo. Se il server è lontano dalla posizione del client, la risposta del server sarà lenta. Tuttavia, coinvolge molti altri fattori, come:

1. Dimensione dell’immagine,

2. Minimizzazione di HTML, CSS e JS,

3. Caricamento lento,

4. Il tipo di hosting Web che usi.

Puoi ridurre le dimensioni dell’immagine e minimizzare HTML, CSS e JS con i plugin. Tuttavia, se il problema persiste, dovrai cambiare la soluzione di web hosting attualmente in uso.

Usa temi WordPress ottimizzati

Il modo migliore per migliorare le prestazioni del tuo sito Web è utilizzare un tema WordPress leggero e ben codificato. Temi WordPress veloci come OceanWP e pochi altri sono testati per prestazioni più elevate da molti blog di hosting. Puoi usarli per creare un sito Web che sia velocissimo e che offra la migliore esperienza ai visitatori.

Pulisci il cestino del database di WordPress

Commenti sul server WordPress, post eliminati, pingback, trackback e revisioni di post precedenti rimangono sul server, aumentando lo spazio di archiviazione del server. È meglio se li elimini tutti dal tuo sito web. Puoi eliminarli direttamente dal database.

Per farlo dovrai usare PHPMyAdmin. Oppure puoi installare un plugin come Wp-Sweep o Wp-Optimize dalla directory dei plugin di WordPress.

Disattiva o disinstalla plugin irrilevanti

Alcuni mesi fa, ho aggiunto un plug-in al mio nuovo sito Web. Non avevo pagine sul sito.

Ma dopo aver aggiunto il plug-in, pochi giorni dopo, Google ha mostrato che il mio sito veniva indicizzato per molte pagine relative al “nome sviluppatore”.

È stato allora che ho scoperto come la maggior parte dei siti Web utilizza tecniche blackhat come la creazione di plug-in che garantiscono loro un collegamento da un altro sito Web.

Bene, ho dovuto rimuoverlo.

Non molte persone lo sanno.

La maggior parte degli amministratori del sito non sa nemmeno se il loro sito Web è stato coinvolto nella creazione di collegamenti blackhat.

Quindi, è sempre meglio evitare di installare molti plugin sul tuo sito Web che non puoi gestire.

Tuttavia, se disponi di plugin che usi raramente sul tuo sito Web o che non svolgono alcuna funzione particolare, rimuovili dal tuo sito Web facendo clic su “Disattiva” e quindi su “Disinstalla”.

Questi plugin possono accumulare seriamente le prestazioni del tuo sito Web e ridurre il numero di visitatori che il tuo sito può ottenere rapidamente.

Disabilita pingback e trackback

Mantenere abilitati i pingback e i trackback può anche causare stress eccessivi sul server. Se non conosci pingback e trackback, ecco come funziona.

Quando qualcuno si collega al tuo sito Web, il tuo server genererà un pingback. Sebbene sia stata una discreta funzionalità per scoprire quanti siti web ti hanno ricollegato quasi dieci anni fa. Oggi sono disponibili strumenti come Moz, Ahrefs e altri che possono fornirti un elenco completo di siti Web che rimandano a te. Anche Google Search Console ha questa funzionalità disponibile.

La funzionalità di pingback e trackback può anche essere utilizzata dagli hacker per avviare un attacco DDoS sul tuo server.

Per disabilitare la funzionalità di pingback e trackback, vai su Bacheca > Impostazioni > Discussione. Ora deseleziona “Consenti notifiche di collegamento da altri blog (pingback e trackback)”.

Dividi post lunghi in pagine

I post più lunghi richiedono più tempo per il caricamento e riducono anche il tasso di conservazione.

WordPress offre una funzionalità integrata per creare post in pagine. Aggiungi il tag alla riga da cui vuoi dividere l’articolo. Puoi ripetere questo passaggio tutte le volte che vuoi.

WPBeginner offre un tutorial completo sulla paginazione dei post e su come dividere i post di WordPress in più pagine, dai un’occhiata.

Limitare le revisioni post

Sebbene vi sia un mix di opinioni sull’impatto delle revisioni post sulla velocità della pagina del sito Web. Tuttavia, è sempre una buona pratica ridurre il numero di revisioni che conservi per i tuoi post. Le revisioni post possono occupare molto spazio nel database di WordPress, lasciandoti poco spazio per altri dati. Se disponi di un server condiviso, le revisioni dei post possono creare molti problemi.

Per limitare il numero di revisioni, WordPress mantiene i tuoi articoli, aggiungi questa riga di codice al tuo file wp-config.php.

define ('WP_POST_REVISIONS', 4);

Il codice definisce un limite di “4” revisioni per ogni post. Limita WordPress solo per salvare le ultime 4 revisioni e scartare automaticamente quelle più vecchie.

Continua ad imparare

Le tecnologie cambiano. I passaggi che sono utili oggi potrebbero non essere utili domani.

Per rimanere al top del gioco, assicurati di conoscere le ultime tendenze di sviluppo, le regole di velocità della pagina e le pile di siti Web. Ecco alcune risorse esterne che possono esserti di grande aiuto.

Quali sono i fattori che influenzano le prestazioni del sito?

I fattori che influenzano il tempo di caricamento e quindi il ranking sui motori di ricerca sono più di 200.

Tra i principali possiamo evidenziare:

  • Ottimizzazione codice HTML
  • Ottimizzazione codice CSS
  • Ottimizzazione codice JavaScript
  • Abilitazione cache
  • Abilitazione compressione GZip

Quali sono gli strumenti per controllare la velocità del sito?

  • Pingdom
  • GTMetrix
  • Google PageSpeed Tool

Perché la velocità è importante per il tuo sito?

Francesco Adorno

Specializzato in ottimizzazione e posizionamento su Google.it

Ciao, mi chiamo Francesco Adorno e sono un ex dipendente di una delle più grandi web agency in Italia, e dal 2012 mi sono specializzato nella SEO e nella visibilità per le piccole e medie imprese.

Bisogno di Aiuto?